Cantinetta vino a incasso e a libera installazione: le differenze e quale scegliere

Cantinette vino incasso libera installazione

Quali sono le differenze tra cantinetta vino a incasso e a libera installazione e quale scegliere in base a esigenze e gusti.

Quando si sceglie una cantinetta, tra i tanti modelli disponibili è meglio optare per una cantinetta vini a incasso o a libera installazione? Vediamo quali sono le differenze e i possibili vantaggi e svantaggi delle due opzioni.

Cantinette vino a incasso e a libera installazione a confronto

Se siete appassionati di vino avrete probabilmente già pensato di investire in una cantinetta vini per conservare in modo impeccabile le vostre bottiglie preferite: le cantinette per il vino sono infatti la soluzione ideale per gli amanti del vino che desiderano conservare e servire i loro vini preferiti nelle condizioni ottimali.

Quali sono però gli aspetti da considerare prima di acquistare una cantinetta? Sicuramente nella scelta del modello bisogna decidere se optare per un modello a incasso o a libera installazione, due alternative che presentano entrambe pro e contro.

Per quanto riguarda le cantinette a incasso, un primo vantaggio è sicuramente quello di poter integrare la cantinetta nell’arredamento esistente, ad esempio in cucina. La cantinetta vino a incasso viene infatti incorporata in un mobile a colonna o sottotop, come avviene anche per altri elettrodomestici, e il pannello frontale può essere personalizzato così da abbinarsi al meglio al design dell’ambiente o riprendere colori di altri elettrodomestici presenti.

La cantinetta a incasso può dunque integrarsi meglio nell’ambiente ma, di contro, la sua installazione potrebbe risultare un po’ più complessa e richiedere l’intervento di un professionista.

Inoltre, scegliere una cantinetta a incasso potrebbe ridurre la flessibilità di posizionamento, soprattutto se la cantinetta non è contemplata in fase di progettazione dell’ambiente; se invece la cantinetta viene inserita già nel progetto iniziale – ad esempio della cucina – questo aspetto avrà un impatto minore.

Le cantinette a incasso si integrano meglio nell’ambiente, mentre quelle a libera installazione garantiscono maggiore flessibilità e libertà riguardo la collocazione

Le cantinette a libera installazione, invece, garantiscono una maggiore libertà per quanto riguarda la sua collocazione. Questi modelli di cantinette non sono integrate in un mobile; di conseguenza possono essere sistemate in qualsiasi punto dell’abitazione, dove sia presente una presa di corrente.

Rispetto alle cantinette a incasso, quelle a libera installazione sono più semplici da installare: è sufficiente collegarle alla corrente per poterle utilizzare. Inoltre, poiché sono disponibili in misure differenti, a colonna o sottobanco, è possibile creare strutture affiancando più moduli, se lo spazio lo consente.

Sebbene le cantinette a libera installazione non siano integrate in un mobile, anche questi modelli sono personalizzabili nell’estetica, dunque è possibile creare soluzioni che si abbinano all’arredamento esistente e allo stile della casa.

Sia le cantinette a incasso sia quelle a libera installazione offrono una conservazione ottimale del vino dunque la scelta tra le due opzioni dipende soprattutto dalle caratteristiche dell’ambiente e dalla disponibilità di spazio, oltre che dai propri gusti personali e dalla maggiore o minore facilità di installazione della cantinetta.

Cantinette vini a libera installazione

Cantinette per vino: un incontro tra stile e funzionalità

Le cantinette per vini, conosciute anche come wine cooler, sono dispositivi sofisticati che combinano design e funzionalità per soddisfare le necessità degli amanti del vino.

Questi eleganti elettrodomestici sono infatti progettati per conservare le bottiglie a temperatura e umidità ottimali, riducendo contemporaneamente l’esposizione ai raggi UV e agli odori, così da preservare le preservando le caratteristiche peculiari del vino come il colore, il profumo e ovviamente il sapore.

Una conservazione ottimale del vino garantisce quindi un’esperienza superiore nel momento della degustazione: ecco perché chi ama davvero il vino dovrebbe investire in una cantinetta.

La scelta della cantinetta però richiede una serie di valutazioni che non riguardano solo il tipo di installazione e dello spazio a disposizione ma che tenga conto anche del tipo di vino che desiderate conservare.

Oggi infatti abbiamo a disposizione cantinette climatizzate, refrigerate, statiche e combinate: quali sono le differenze?

I modelli di cantinette refrigerate sono ideali per la mescita, per gustare il vino alla temperatura perfett, perché sono progettati per mantenere il vino alla temperatura ideale per il servizio. Queste cantinette utilizzano un sistema di raffreddamento per mantenere la temperatura interna costante e sono dotate di ventole che distribuiscono l’aria fredda in modo uniforme e di ripiani che consentono di posizionare le bottiglie principalmente in verticale, per facilitare il servizio; si tratta dunque di cantinette progettate principalmente per la mescita, adatte però anche alla conservazione per brevi periodi.

Il tipo di installazione non è l’unico aspetto da considerare nella scelta della cantinetta vino. Altri fattori sono ad esempio lo spazio a disposizione e il tipo di vino che si desidera conservare

Un altro tipo di cantinetta pensata per la mescita è la cantinetta statica, priva di ventole: in questi modelli, l’aria fredda si trova a ripiani inferiori e quella calda risale verso i ripiani superiori, consentendo di servire diverse tipologie di vino alla temperatura di servizio.

Se il vostro obiettivo principale è invece quello di invecchiare il vino, la scelta migliore sarà quella della cantinetta climatizzata, che consente un miglior controllo di temperatura e umidità, creando le condizioni ottimali per conservare il vino per periodi più lunghi. Le cantinette climatizzate sono infatti dotate di un sistema di raffreddamento e riscaldamento supportato da ventole e sono pensate principalmente per l’invecchiamento del vino e secondariamente per la mescita. In questi modelli di cantinette le bottiglie sono collocate inclinate così che il sedimento sul fondo e non si mescoli al vino durante la mescita.

Infine, esistono anche cantinette combinate, che prevedono zone indipendenti a temperature diverse così da poter stoccare tipi di vino differenti. Queste cantinette rispondono all’esigenza di chi cerca soluzioni adatte sia per l’invecchiamento sia per la mescita e consentono di personalizzare la vostra esperienza con il vino in base alle vostre preferenze.

Cantinette vini a incasso

Fattori che influenzano la scelta: cantinetta a incasso o a libera installazione?

Per scegliere tra cantinetta a incasso o a libera installazione sicuramente l’organizzazione dell’ambiente è fondamentale. Se state progettando la casa o la cucina da zero e volete inserire una cantinetta avrete sicuramente più flessibilità e possibilità di scelta.

In questo caso potrete infatti prevedere in anticipo quale spazio della cucina o sala da pranzo dedicare alla cantinetta, chiedendovi se vi serve una cantinetta solo per la mescita, solo per invecchiare il vino o per entrambe le cose e valutando il numero di bottiglie che volete far invecchiare o collocare nella cantinetta per le degustazioni.

Le cantinette, come abbiamo visto, sono progettate per rispondere a diverse esigenze, quindi oltre allo spazio a disposizione occorre tenere conto delle vostre esigenze. Inoltre, le cantinette possono contenere da poche decine fino a centinaia di bottiglie, e la capacità in litri determina la quantità di bottiglie, facendo riferimento alla bordolesi classica da 750 mL, con altezza di circa trenta centimetri e diametro di settanta.

Se lo spazio a disposizione è poco e volete tenere in casa poche bottiglie per volta, allora potreste considerare di acquistare una cantinetta a incasso a colonna o sottobanco da integrare nella progettazione della nuova cucina.

Se invece avete bisogno di una cantinetta capiente, oppure se dovete inserire la cantinetta in un ambiente già arredato, probabilmente la scelta migliore è quella della cantinetta a libera installazione, modello che offre una maggiore flessibilità per ciò che riguarda la collocazione.

A seconda dello spazio a disposizione è possibile scegliere tra cantinette a incasso o a libera installazione, a colonna o compatte, anche sottotop

Nella scelta tra cantinetta a incasso e a libera installazione influisce chiaramente anche il vostro budget: il prezzo di una cantinetta per vini può variare in base alla qualità, alla capacità e alle sue caratteristiche.

Valutando tutti gli aspetti e le variabili, sicuramente potrete trovare la cantinetta ideale che risponda alle vostre esigenze specifiche.