Arredamento vino: i mobili indispensabili in cucina

Arredamento vino

Nella progettazione dell’arredamento per chi ama il vino, quali sono i mobili indispensabili da inserire in cucina o in sala da pranzo?

Amate il vino e volete organizzare una postazione per degustare al meglio le vostre bottiglie preferite, da soli o in compagnia di ospiti? Ecco i mobili d’arredamento per il vino indispensabili in cucina o in sala da pranzo.

Arredamento per conservare il vino

Se state cercando soluzione per l’arredamento e amate il vino, sicuramente nel vostro angolo dedicato alla degustazione non può mancare una cantinetta dove conservare o presentare le vostre bottiglie alla temperatura giusta sia per l’invecchiamento sia per la mescita.

Le cantinette per il vino rappresentano un elettrodomestico essenziale perché sono progettate mantenere le bottiglie di vino rosso, bianco, rosè o spumante alla temperatura ideale grazie a sistemi di refrigerazione differenziati, adatti sia all’invecchiamento del vino che alla corretta temperatura di servizio.

Disponibili in una varietà di modelli, dimensioni e capacità, le cantinette sono pensate per preservare le bottiglie da fattori come raggi UV, umidità e odori indesiderati, tutti elementi che potrebbero compromettere le caratteristiche intrinseche del vino.

Nell’area dedicata alla degustazione non può mancare una cantinetta dove conservare o presentare le vostre bottiglie alla temperatura giusta sia per l’invecchiamento sia per la mescita

Progettare la cucina o la sala da pranzo inserendo questo elemento di arredamento per il vino è sicuramente più semplice in fase di progettazione, momento in cui si può valutare al meglio lo spazio disponibile e scegliere attentamente la collocazione ottimale per la vostra cantinetta, evitando fonti di calore e proteggendola dai raggi solari diretti.

Chi dispone di ampi spazi potrà investire in cantine capaci di accogliere collezioni vaste con temperature differenziate optando per una o più cantine a colonna, a incasso o freestandig, da sistemare in una zona dedicata.

In spazi più ridotti o se si vuole inserire la cantina in ambienti già arredati, si possono valutare soluzioni integrate nell’isola della cucina oppure scegliere una cantinetta compatta in grado di contenere poche bottiglie, anche a libera installazione.

In ogni caso, la possibilità di personalizzazione permette di adattare la cantinetta al design della cucina, coordinandole con gli altri elementi d’arredo e gli elettrodomestici previsti nel progetto e conferendo alla stanza un aspetto ordinato, pulito e uniforme.

Mobili per degustare il vino

Oltre alla cantinetta, l’arredamento per il vino deve includere mobili pensati per la degustazione, creando uno spazio funzionale da godere da soli o in compagnia.

In questo senso si può pensare di includere un tavolo per la degustazione con sedute comode dove accogliere gli ospiti, ponendo attenzione al design e a dettagli come la presenza di ripiani o cassetti per riporre gli accessori per il vino. In grandi ambienti è possibile valutare tavoli per più persone, magari in legno massello, mentre per stanze con dimensioni più contenute meglio optare per un design leggero, colori chiari e materiali come il vetro o l’acciaio.

I mobili per la zona dedicata alla degustazione vanno scelti in base allo stile della casa, ai gusti personali e allo spazio a disposizione. Esistono molte soluzioni diverse per rispondere alle varie esigenze

Se lo spazio è poco, per le degustazioni si possono sfruttare i piani di lavoro della cucina o un’isola, dove prevedere magari una cantinetta sottotop e creare un ambiente dedicato. Se si scelgono soluzioni di questo tipo, si può dotare l’area di sgabelli confortevoli e giocare su luci, colori e decorazioni a tema per delimitare l’area dedicata al vino.

Se invece non si hanno problemi di spazio e si dispone di una grande stanza da pranzo, perché non prevedere una zona dove collocare più cantine per il vino, magari creando una soluzione dinamica a varie altezze e sistemando un bel tavolo, divani e poltrone dove accogliere amici e parenti. In questo caso, via libera anche a tappeti e lampade che possono aiutare a delimitare visivamente l’area.

Mobili per gli accessori

L’arredamento deve tenere conto anche di spazi per gli accessori per il vino, così che questi possano essere a portata di mano ma, contemporaneamente, sistemati in modo ordinato. L’arredamento vino in questo caso può includere mobili antichi, vintage o moderni, adattandosi al meglio all’estetica dell’ambiente o creando un contrasto con i mobili già esistenti.

Le soluzioni in questo caso sono davvero molte, a cominciare dai mobili bar appositamente progettati per il vino, con cantinette integrate per le bottiglie, cassetti per accessori e piani di lavoro per la preparazione di aperitivi.

I mobili per gli accessori permettono di tenere in ordine e a portata di mano bicchieri, decanter, secchielli, apribottiglie, tappi. Si può optare per scaffali a vista, credenze in stile o moderne, personalizzando l’area di degustazione armonizzandola all’ambiente

Altre possibilità sono ad esempio le madie antiche, adatte a chi apprezza uno stile rustico; oltre ad essere indubbiamente ricche di fascino e a portare calore all’ambiente, le madie sono dotate di ripiani e cassetti dove troveranno posto bicchieri e altri accessori.

Se si preferisce mostrare agli ospiti la propria collezione di bicchieri, decanter e secchielli si può invece scegliere una credenza con vetrina, dove sistemare gli accessori in modo ordinato ed elegante, rendendoli visibili ma al riparo dalla polvere. Alcuni modelli sono dotati di ante in legno oltre a quelle in vetro o di cassetti che offrono uno spazio per apribottiglie, tappi e altri accessori.

Una soluzione che invece può trovare la giusta collocazione sia in un ambiente rustico che in un ambiente industriale o moderno sono le mensole a muro e gli scaffali a vista, utili per esporre anche oggetti decorativi, quadri a tema o piante. Gli scaffali possono anche essere adoperati per dividere fisicamente l’area di degustazione dal resto dell’ambiente, creando uno spazio dedicato. Per quanto riguarda i bicchieri, se si decide di optare per soluzioni a vista esistono soluzioni che consentono di appendere i calici o collocarli in scomparti dedicati, evitando così che possano essere urtati e rompersi. Accessori come apribottiglie, salvagoccia, tappi, possono essere organizzati in modo ordinato anche in queste soluzioni, prevedendo l’integrazione con cassetti o piccoli contenitori o cestini, da scegliere in base allo stile dell’arredamento.

Infine, nelle abitazioni con arredamento minimal o per chi non ama avere oggetti a vista e preferisce uno stile moderno, semplice e ordinato può scegliere mobili lineari, chiusi, privi di decorazioni e suppellettili ma dotati al loro interno di scomparti ben organizzati per gli accessori da vino. Ad esempio, i mobili possono avere ripiani, cassetti con interni sagomati per ospitare i bicchieri evitando che urtino tra loro, cassetti più profondi dove trovano posto decanter e secchielli e scomparti dedicati agli accessori meno ingombranti.

Grazie alle diverse soluzioni disponibili, l’arredamento per il vino può essere personalizzato sia per quanto riguarda la disposizione dei mobili sia in relazione allo spazio disponibile e al gusto personale. Con l’arredamento giusto si possono creare angoli perfettamente organizzati, trasformando la zona dedicata al vino in uno spazio funzionale, comodo e che riflette al meglio la propria personalità, oltre che la propria passione per il vino.