Cantinetta vino: a cosa serve e come funziona

Cantinetta vini

La cantinetta vino o wine cooler è un elettrodomestico sofisticato e di design indispensabile per gli amanti del vino: ecco perché.

Le cantinette refrigeranti per il vino sono elettrodomestici indispensabili per gli amanti del vino perché consentono di conservare e degustare le proprie bottiglie preferite alla temperatura ideale e di proteggerle da fattori ambientali che potrebbero modificarne l’aroma e le proprietà organolettiche, in particolare colore, profumo e sapore. Vediamo come funziona una cantinetta per vino, quali differenze ci sono tra le cantine in commercio e cosa valutare per la scelta di una nuova cantinetta.

Cantinetta per vino: cos’è e a cosa serve

La cantinetta per il vino è un elettrodomestico indispensabile per chi ama il vino, poiché consente di conservare al meglio i propri vini preferiti e da collezione mantenendo intatte le loro caratteristiche e proprietà a lungo, proprio come avverrebbe in una vera e propria cantina.

Chi ama il vino, sa bene che una corretta conservazione garantisce la maturazione e l’evoluzione del vino nel tempo e che fattori come luce diretta, umidità, temperatura e sbalzi termici possono deteriorarlo in modo irrimediabile.

Il vino è infatti un prodotto che può facilmente alterarsi nel tempo a causa della luce, delle variazioni di temperatura e di altri fattori. Grazie alla cantinetta, si può conservare il vino in modo adeguato, rispettano il lavoro e l’impegno di chi lo ha prodotto e garantendo un’esperienza ottimale per chi lo degusta.

Le cantinette per vino, chiamate anche wine cooler, sono quindi mobili refrigeranti sofisticati e di design che permettono di conservare vini rossi, vini bianchi e bollicine alla corretta temperatura e contemporaneamente, proteggendo le il vino dai raggi UV e dal contatto con aria calda e odori ambientali che potrebbero danneggiarlo.

Le cantinette vino sono mobili sofisticati e di design che consentono di invecchiare e servire i diversi tipi di vino in condizioni ottimali di temperatura e umidità per preservarne al meglio le caratteristiche organolettiche peculiari

Non solo: grazie alla cantinetta è possibile anche servire ogni tipo di vino alla giusta temperatura per degustarlo al meglio. Quindi la cantinetta è utile sia per conservare il vino in condizioni ottimali sia per portarlo alla temperatura ideale di mescita.

Sebbene si tratti di un prodotto di nicchia, sono sempre di più le persone che progettano la propria cucina inserendo anche una cantinetta per i loro vini. Poiché esistono molti modelli e tipi di cantinette, ognuno può trovare la soluzione giusta in base allo spazio a disposizione e a seconda dei propri gusti, oltre che al budget.

Cantinetta vini, cos'è e a cosa serve

Come funziona la cantinetta per il vino

La cantinetta per vini è un mobile dotato di un sistema di refrigerazione che consente di raffreddare e/o climatizzare la temperatura, oltre a mantenere l’umidità relativa intorno al 60%.

Sebbene la cantinetta sia un elettrodomestico per conservare e servire il vino, non bisogna confondere cantinette e frigorifero, perché non sono la stessa cosa. Questi eleganti elettrodomestici non sono semplici frigoriferi, ma oggetti in cui tecnologia e stile si incontrano, progettati nei minimi dettagli per prendersi cura delle bottiglie.

All’interno della cantinetta, infatti, ogni bottiglia può essere posizionata in modo diverso: le bottiglie da mescita trovano collocazione in verticale o inclinate e quelle da conservazione in orizzontale.

Perché è importante la posizione delle bottiglie nella cantinetta? Posizionando le bottiglie in orizzontale, il tappo resterà sempre leggermente umido e questo evita che possa restringersi e far entrare aria, che compromettere le qualità del vino.

Quando invece le bottiglie vengono inclinate, i sedimenti rimangono sul fondo della bottiglia evitando così di ritrovarli nel calice durante il servizio; anche in questo caso, il tappo rimane intriso di vino e non secca.

Inoltre, all’interno di un normale frigorifero possono svilupparsi cattivi odori a causa della contemporanea conservazione di alimenti come formaggi e salumi che possono contaminare il vino perché assorbiti dal tappo. Nella cantinetta questo non avviene e, in più, le cantine per vino sono dotate di filtri a carbone attivo contro gli odori che offrono un’ulteriore protezione.

All’interno della cantinetta il vino è al riparo da cattivi odori, raggio UV e altri fattori che potrebbero comprometterne l’aroma. Anche la posizione delle bottiglie è studiata per migliorare l’esperienza di degustazione

La cantinetta per il vino può funzionare in modo diverso in base al modello. Le cantinette refrigerate possono infatti essere climatizzate o temperate/statiche.

Le cantinette temperate funzionano grazie a un compressore e sono caratterizzate da temperature differenziate da un piano all’altro, dunque sono indicate per la mescita, perché permettono di mantenere ogni tipo di vino alla sua temperatura ideale per il servizio.
Sebbene le ultime generazioni di cantinette siano state dotate di ventole per migliorare la circolazione dell’aria e ridurre la differenza di temperatura tra i ripiani, in questo modello base di cantinetta la refrigerazione avviene per caduta: l’aria fredda, più pesante per via dell’umidità tende ad andare verso il basso, mentre l’aria calda sale verso l’alto.

Le cantinette vino climatizzate sono dotate di un sistema di refrigerazione a compressore, una resistenza e ventole che intervengono per climatizzare l’aria all’interno del cabinet grazie a un sistema di areazione forzata o dynamic air cooling che consente all’aria di circolare tra i ripiani mantenendo la temperatura agli stessi livelli in alto e in basso. La temperatura costante tra i ripiani rende questo tipo di cantina refrigerante perfetta per invecchiare le bottiglie, oltre che per la mescita.

Infine, le cantine combinate per vino presentano vani distinti per invecchiare i vini nel tempo e per conservare le bottiglie alla temperatura corretta per la degustazione.

All’interno delle cantinette la temperatura può essere regolata in un intervallo che può essere anche molto ampio, in genere tra i 5 e i 20°C. In generale in base alla tipologia di vino avremo le seguenti temperature suggerite:

  • Vini rossi: 15-18°C;
  • Vini bianche: 9-14°C;
  • Vini rosè: 10-11°C;
  • Vini frizzanti: 5-8°C.

All’interno delle cantinette la temperatura può essere regolata in un intervallo che può essere anche molto ampio, in genere tra i 5 e i 20°C. La temperatura può quindi essere impostata in base al tipo di vino, tenendo conto che il vino rosso si conserva a temperature generalmente superiori rispetto ai vini bianchi e ai vini rosati o rosè.

Le moderne cantinette per vino sono dotate di sistemi che aiutano a mantenere l’umidità tra il 50 e il 75%, oltre a controllare la temperatura e consentono di proteggere il vino dai raggi solari grazie a porte a vetro con filtri UV. L’illuminazione della cantinetta è generalmente a LED, (in quanto la comune luce danneggia il vino) che possono essere orizzontali o verticali, mentre il controllo avviene grazie a diplay touch per impostare la temperatura.


Le moderne cantinette per vino sono dotate di sistemi che aiutano a mantenere l’umidità tra il 50 e il 75%, oltre a controllare la temperatura e consentono di proteggere il vino dai raggi solari grazie a porte a vetro con filtri UV. L’illuminazione della cantinetta è generalmente a LED, (in quanto la comune luce danneggia il vino) che possono essere orizzontali o verticali, mentre il controllo avviene grazie a diplay touch per impostare la temperatura.

Oltre alle caratteristiche funzionali delle cantinette, questi elettrodomestici si differenziano per la modalità di installazione e le dimensioni. In commercio si può infatti scegliere per cantinette da incasso e a libera installazione con altezze diverse per essere sistemate a colonna o sottotop.

Come funziona la cantinetta vini

Come scegliere la cantinetta vino giusta

Le cantinette sono elettrodomestici di design indispensabili per amanti del vino, ma come scegliere la cantinetta giusta per le proprie esigenze?

Sicuramente è importante orientarsi su una cantinetta di qualità perché il vino necessita di particolari caratteristiche di temperatura e umidità per poter invecchiare o essere conservato in modo corretto. Fondamentale quindi scegliere una cantinetta studiata nei minimi dettagli per garantire una conservazione del vino il più possibile equivalente a quella che si avrebbe in una vera cantina.

Questo sottintende che per l’acquisto di una cantinetta non ci si deve far guidare solo dal prezzo. Le cantinette sono disponibili in diverse fasce di prezzo e sul mercato si possono trovare cantinette economiche e cantinette più costose, ma ci sono sicuramente altri aspetti da considerare.

Innanzitutto, il tipo di utilizzo che si vuole fare della cantinetta, quindi se si ha bisogno di questo elettrodomestico solo per conservare e invecchiare il vino oppure anche per portare le bottiglie alla temperatura ideale di servizio.

Inoltre, è importante valutare quante bottiglie si vogliono conservare e quanto spazio si ha a disposizione e dove si vuole collocare la cantinetta.

Nella scelta della cantinetta giusta occorre valutare lo spazio a disposizione, la quantità di bottiglie, il tipo di vino e l’uso che si desidera fare della cantina: esistono infatti molti modelli di cantine per il vino per rispondere al meglio a ogni esigenza

La cantinetta dovrebbe essere sistemata in un luogo fresco, preferibilmente non nelle immediate vicinanze di altri elettrodomestici e lontano dalla luce diretta del sole. In base allo spazio che si dedicherà alla cantina per vino, ci si potrà orientare su modelli a a libera installazione o a incasso e scegliere la misura e la dimensione adatta.

Chi ha poco spazio e conserva un numero limitato di bottiglie per volta, può scegliere cantinette piccole, da installare sottotop o in uno spazio dedicato della cucina o anche del salotto, con una capacità di una ventina di bottiglie o meno.

Se invece si vogliono conservare molti vini e non si hanno limiti di spazio, ci si può orientare su cantine a colonna, dove si possono sistemare decine o anche centinaia di bottiglie.

Da non sottovalutare sono poi i consumi: le cantinette hanno un’etichetta energetica in base alla loro efficienza, come avviene per altri elettrodomestici. In un’ottica di sostenibilità ambientale e di riduzione dei consumi è importante scegliere una cantinetta con la più elevata efficienza energetica tra quelle disponibili sul mercato.

Questi sono gli aspetti principali da valutare nella scelta di acquisto di una nuova cantinetta per vino: poiché le moderne cantine hanno caratteristiche tecnologiche e di design aggiuntive, il modello di cantinetta da preferire sarà quello che meglio risponde alle proprie esigenze non solo di spazio, ma anche di gusto personale.