Come progettare la tua nuova cucina se ami il vino

Progettare cucina se ami il vino

Le migliori idee per progettare una nuova cucina per gli amanti del vino, sia per piccoli che per grandi spazi

Gli amanti del vino alle prese con la progettazione della nuova cucina sicuramente vorranno inserire elettrodomestici e arredi organizzando lo spazio in funzione della loro passione: ecco tre idee per progettare la cucina per chi ama il vino.

Cantinetta per il vino

Se state progettando la vostra nuova cucina e amate il vino certamente non potrà mancare una cantinetta per conservare le bottiglie o per servirle alla giusta temperatura.

Le cantinette per il vino sono infatti un elettrodomestico indispensabili per gli estimatori del vino, un prodotto che notoriamente evolve nel tempo e che necessita di particolari attenzioni per poter dare il meglio di sé in fase di degustazione.

Le cantinette sono mobili di design pensati nei minimi dettagli per preservare il vino da raggi UV, umidità, odori che possono compromettere le caratteristiche del vino e consentono di mantenere le bottiglie di vino rosso, bianco, rosè o spumante alla temperatura ideale per la mescita.

Questi elettrodomestici sono disponibili in vari modelli e dimensioni, a incasso o a libera installazione e dotati di sistemi di refrigerazione differenti che le rendono ideali per invecchiare il vino, servirlo alla temperatura corretta o per entrambe le esigenze.

La cantinetta per il vino è studiata nei minimi dettagli per proteggere il vino da raggi UV, umidità, odori che possono compromettere le caratteristiche del vino, oltre che per conservare e servire le bottiglie alla temperatura ideale

Nella progettazione della nuova cucina, tenete conto dello spazio a disposizione per scegliere la vostra cantinetta valutando la posizione ideale dell’elettrodomestico, che dovrebbe essere collocato lontano da fonti di calore come stufe e camini e al riparo dai raggi UV diretti.

Chi ha a disposizione ampi spazi può anche investire in cantine adatte a contenere vaste collezioni di vini, con temperature differenti per conservare le diverse tipologie e servire ogni vino alla temperatura giusta.

In una grande cucina si può scegliere una cantina a colonna da sistemare in una zona della stanza oppure di una o più cantinette sottotop da installare a incasso nell’isola della cucina. Nel progettare una piccola cucina, invece, si può optate per una cantinetta compatta, che contenga poche bottiglie.

A prescindere dal tipo di cantinetta, quando si sta progettando una nuova cucina, meglio scegliere cantinette vino a incasso rispetto a quelle a libera installazione: quelle a incasso si integrano nell’ambiente rendendo la stanza esteticamente più gradevole, ordinata, pulita e uniforme.

Grazie alla possibilità di personalizzare la cantinetta, la si può adattare optando per finiture che richiamino lo stile dei mobili o degli altri elettrodomestici a incasso previsti nel progetto.

La zona degustazione vino

Oltre alla cantinetta, elettrodomestico indispensabile per gli amanti del vino, nel progettare la nuova cucina ci si può divertire organizzando una zona dedicata alla degustazione, uno spazio accogliente per accogliere gli amici e proporre loro le proprie migliori bottiglie.

La zona di degustazione può essere inserita sicuramente in una grande cucina ma può trovare spazio anche in cucine di dimensioni ridotte.

Per una zona ampia, sicuramente la progettazione risulterà più semplice. In questo caso si potrebbe prevedere un’isola centrale che accolga una cantinetta sottotop, una dispensa, un luogo per esporre bicchieri e altri accessori per il vino e sgabelli confortevoli per gli ospiti.

In alternativa, si può organizzare un angolo più defilato rispetto alla zona di preparazione dei pasti, arredando lo spazio con poltrone o con un piccolo divano e sistemando in quest’area la cantinetta per il vino e una credenza o vetrinetta per bicchieri e accessori.

La zona di degustazione può essere progettata in base allo spazio a disposizione. Anche un piccolo ambiente può ospitare un’area dedicata al vino, ad esempio sfruttando banconi multifunzionali e installando una cantinetta per la conservazione e la mescita del vino

Se invece dovere progettare una piccola cucina è importante massimizzare lo spazio da dedicare alla zona di degustazione senza sacrificare quello per la preparazione dei pasti. In una piccola cucina la zona degustazione può essere organizzata in un bancone multifunzionale, lo stesso usato come piano di lavoro o per servire colazioni e pasti veloci. La cantinetta vino in questo caso può essere installata a incasso sotto il bancone e si può prevedere un mobile che contenga bicchieri e altri accessori. Per accogliere gli ospiti saranno perfetti degli sgabelli pieghevoli, da riporre in piccoli spazi quando non servono.

Il progetto della nuova cucina può anche prevedere una piccola zona dedicata alla degustazione, distinta dalla cucina, dove sistemare una cantinetta compatta, un pensile vetrina per bicchieri e accessori, poltroncine pieghevoli e una consolle ribaltabile per accogliere gli ospiti.

Per delimitare l’area dalla zona di preparazione dei pasti si può giocare con i colori alle pareti, l’illuminazione o con decorazioni a tema vinicolo come poster, quadri o oggetti che rimandano al mondo del vino.

Una dispensa ben fornita

Chi apprezza il vino sa benissimo che ogni bottiglia viene esaltata dal giusto accompagnamento: per questo, nella progettazione della nuova cucina non può mancare una dispensa ben fornita, meglio se collocata nella zona di degustazione del vino.

Nella dispensa di chi ama il vino non possono mancare formaggi selezionati, da scegliere in base alle bottiglie presenti nella propria collezione e da servire con conserve artigianali a base di frutta o verdure sotto olio o sottaceto, cipolle caramellate, o con una selezione di miele pregiato.

Oltre ai formaggi, per accompagnare il vino si possono servire salumi locali, un classico che si sposa bene con molti vini rossi. Chiaramente non può mancare del buon pane artigianale non solo per accompagnare salumi e formaggi ma anche da gustare con del buon olio.

Nella cucina degli amanti del vino non può mancare una dispensa ben fornita per accompagnare le bottiglie della propria collezione e offrire agli ospiti un’esperienza di degustazione unica

Per esaltare l’esperienza di degustazione di alcuni vini e insaporire pane, taglieri di salumi e formaggi o altri ingredienti, in dispensa non dovrebbero mancare aceti balsamici, spezie ed erbe aromatiche come timo, rosmarino, pepe, paprika.

Per i palati più raffinati sono assolutamente da tenere in dispensa frutta secca o essiccata come noci, nocciole e mandorle e una selezione di cioccolati fondenti artigianali e di qualità, anche aromatizzati al limone, all’arancia, allo zenzero o al peperoncino.

Infine, un altro ingrediente fondamentale nella dispensa degli estimatori del vino è la frutta fresca di stagione, da servire con salumi e formaggi: fichi, castagne, uva, pere e melagrana sono tra i frutti perfetti a questo scopo. Oltre a migliorare l’esperienza organolettica, un cesto di frutta fresca renderà ancora più raffinata la zona degustazione che avrete progettato nella vostra nuova cucina.